SPEDIZIONE NEL REMOTO ARCIPELAGO DI SPTISBERGEN


Descrizione.

Una spedizione per giungere nelle aree più remote dell’arcipelago delle isole Svalbard. Imponenti ghiacciai, sconfinati altopiani innevati, montagne ripide ed inaccessibili, orsi polari, volpi artiche, foche e trichechi: in questo luogo sono gli animali e la natura i soli protagonisti. In compagnia di qualificate guide artiche, Hurtigruten vi conduce alla scoperta “dell’Alto Artico”, un’area dove anche le spedizioni scientifiche si dirigono alla ricerca di luoghi totalmente incontaminati dall’uomo. Le isole sono conosciute anche come Spitsbergen per via della forma appuntita delle catene montuose che emergono dall’oceano Artico. Scoperte da Willem Barents nel 1596, tra il XVII d il XIX secolo le Svalbard sono state il teatro di devastanti stagioni di caccia alle balene; dagli ultimi anni dell’800, grandi esploratori come André, Nobile e Amundsen le hanno utilizzate come base di partenza per le spedizioni alla conquista del Polo Nord. La crociera si svolge a bordo di MS Spitsbergen, nave della flotta Hurtigruten progettata per la navigazione nelle acque polari, che ripropone a latitudini più estreme le affascinanti atmosfere della navigazione lungo la costa norvegese con il Postale dei Fiordi.
 

 

Itinerario di Viaggio.

Partenza da Oslo in serata con volo charter per Longyearbyen. Arrivo nella “capitale” delle isole Svalbard, incontro con lo staff di Hurtigruten-Svalbard e trasferimento in albergo. Pernottamento.

Prima colazione e mattinata a disposizione per una visita individuale di Longyearbyen. Pranzo in albergo e incontro con le guide locali che vi condurranno alla scoperta di Longyearbyen e la valle di Advent, porte di accesso allo straordinario viaggio che andrete a intraprendere. Durante la visita incontrerete anche i simpatici cani da slitta, utilizzati in queste regioni per spostarsi sulla neve e i ghiacciai. Il programma termina direttamente al porto per l'imbarco su MS Spitsbergen; nel pomeriggio inizio della crociera lungo l'Isfjorden. Dopo l’assegnazione delle cabine il personale di bordo riunirà tutti i partecipanti per un meeting informativo relativo alla crociera, le norme di comportamento sulle Isole e di sicurezza (la sicurezza di tutti i partecipanti è sempre una priorità dell’equipaggio e di Hurtigruten). Cena e pernottamento a bordo.

Gli abitanti delle Svalbard chiamano questa zona “l’Angolo Nord Ovest”; l’area caratterizzata da un insieme di isole, fiordi e spiagge era già conosciuta all’epoca delle grandi esplorazioni. Quando Willhelm Barentz giunse alle Svalbard nel 1596, vide queste terre per prime. L’esploratore chiamò l’isola Spitsbergen per indicare le montagne dalle cime aguzze e ripide che la caratterizzano.Durante le 24 ore consecutive di luce verranno effettuate numerose escursioni e, in funzione delle condizioni climatiche, si tenterà di visitare i seguenti luoghi:KongsfjordenIl Kongsfjordein o Baia del Re è un fiordo lungo 26 chilometri. Il paesaggio varia dalla lunga e piatta tundra ai picchi alpini, che “ospitano” imponenti ghiacciai che si gettano nell’oceano. Lungo il braccio più settentrionale del fiordo potrete osservare la Montagna Mitra, dalla particolare forma che ricorda il copricapo dei vescovi, mentre alla fine del fiordo si può ammirare il maestoso Kongsbreen (il Ghiacciaio del Re).Ny-ÅlesundUno degli insediamenti più a nord del mondo abitato tutto l’anno. In origine era una comunità mineraria, mentre oggi è sede di una avanzata stazione di ricerca. La cittadina ospita un osservatorio scientifico di estrema importanza sia per i geologi, sia per i meteorologi: sulla collina che si erge dietro all'abitato funziona perennemente una postazione meteo tra le più importanti al mondo che continua ad offrire dati rilevanti sulle variazioni climatiche e sull'inquinamento del pianeta. Ny-Ålesund deve la sua fama anche ai grandi esploratori: da qui partì Nobile per la sua spedizione in dirigibile verso il polo Nord e qui Amundsen fissò la sua base preferita per le avventure polari.Magdalenfjorden - l’Angolo Nord-OvestMagdalenfjorden, importante sito riconosciuto patrimonio culturale, è uno dei fiordi che ci proponiamo di visitare, arrivando al mattino e sbarcando con gli speciali gommoni Pensione completa a bordo.

La navigazione odierna si svolge tra alcuni dei fiordi più spettacolari delle Svalbard settentrionali, in particolare il vasto sistema costiero del Woodfjord, con il fronte del ghiacciaio Monaco nel Liefdefjord e le sorgenti di acqua calda Jotunkjeldane nel Bockfjord. Nell’arco della giornata sono previsti numerosi sbarchi a terra o minicrociere in gommone che consentono di “avvicinare” le imponenti meraviglie offerte dall’arcipelago.

La M/n Spitsbergen naviga con rotta sud lungo lo stretto di Hinlopen, acnhe queste aree in passato furono visitate dai celebri esploratori artici; lo stretto separa le coste orientali dell'isola Spitsbergen con l'isola Nordaustlandet interamente ricoperta da ghiacci perenni. Nelle Svalbard orientali vi è la più grande concentrazione di orsi polari: quindi binocolo sempre a portata di mano per non perdere l’occasione di avvistarne uno o magari una intera famiglia.

La Riserva Naturale delle Svalbard sud orientali è una vasta area protetta ed incontaminata dove è possibile sbarcare solo in alcune zone. In questi luoghi in passato trovavano riparo cacciatori e pescatori provenienti da Norvegia e Russia. In questa zona dell’arcipelago vive la più nutrita popolazione di orsi polari, e noi speriamo davvero di avvistarne qualcuno, durante il nostro viaggio. Durante la navigazione si tenterà di visitare le seguenti aeree:SorgfjordenIl Sorgfjorden situato appena sotto l’80° parallelo nord, all’imbocco dello stretto di Hinlopen, è un fiordo spettacolare e con un passato cruento. Il suo nome significa Fiordo della Preoccupazione, e rimanda al periodo della caccia alle baleen. Si pensa sia riferito alle difficoltà di navigare in queste acque a causa del ghiaccio, qui la corrente del Golfo è meno forte. Potrebbe anche riferirsi alla battaglia navale che si svolse nel fiordo 1693 e che vide coinvolte navi da guerra francesi e baleniere olandesi.Alcune tombe a Aeolusneset nella parte occidentale del fiordo testimoniano di come fosse pericolosa la vita dei marinai a bordo delle navi baleniere.AlkefjelletQuesta spettacolare scogliera è la più grande delle Svalbard. Le collonne basaltiche che si ergono per oltre 100 metri direttamente dal mare rappresentano il luogo ideale dove nidificare per circa 60,000 Urie di Brunnich oltre ad altre numerose specie di uccelli quali per citarne una il Gabbiano Glauco.Kapp Lee, EdgeoyaL’isola di Edgeøya ha una superficie di 5.073 km² ed è la terza per grandezza dell'arcipelago. La costa della parte ovest è quasi totalmente priva di ghiaccio, rappresenta quindi un facile punto di approdo per le escursioni a terra. A Kapp Lee, il punto nordoccidentale dell'isola, si possono trovare numerose testimonianze dell’eredità culturale lasciata durante il periodo delle grandi spedizioni alle Svalbard: le industrie per la lavorazione delle balene e dei trichechi; i Pomori, la popolazione russa proveniente dal Mar Bianco; gli insediamenti dei cacciatori norvegesi e molto altro ancora.Storfjorden Il largo fiordo posto a est di Spitsbergen offre una vista spettacolare della costa est. All’orizzonte si possono osservare centinaia di ghiacciai e montagne e, con un po’ di fortuna, osservare alcune delle specie marine che popolano le acque della zona. In inverno lo Storfjorden è quasi totalmente ghiacciato divenendo quindi l’habitat ideale per gli orsi polari.HornsundIl fiordo di dimensioni relativamente ridotte è un luogo che ha una certa importanza storica per Hurtigruten. Il vecchio piroscafo D/s Lyngen sostava qui per portare i rifornimenti ai cacciatori. Fino al 1973 il fiordo è stato utilizzato dai cacciatori di orsi polari come base da cui partivano le battute di caccia. Il fiordo è circondato da numerose montagne tra le quale svetta il maestoso Hornsundtinden. Altra vetta molto rinomata è la Bautaen, “l’Obelisco”, che osservato dalla giusta angolazione ricorda una gigantesca spada vichinga. Lasciate correre l’immaginazione mentre trascorrete il tempo in questo ambiente così unico.

Condizioni del ghiaccio e del vento permettendo, la nave doppia Sorkapp, la punta estrema meridionale dell'arcipelago, per poi raggiungere il fiordo di Hornsund, con imponenti rilievi che raggiungono 1.400 metri di altitudine. Fino al divieto di caccia introdotto nel 1973, quest'area è stata utilizzata dalle comunità dedite alla caccia dell'orso bianco.

L'ultima tappa della crociera esplorativa con la Mn Spitsbergen si svolge dapprima con rotta nord e quindi verso est nell'Isfjord, le cui coste sono popolate da branchi di renna delle Svalbard, specie endemica dell'arcipelago. Una delle montagne più imponenti che osserverete incombere sul fiordo è quella di Alkhornet, lungo le sue pareti scoscese, nel periodo estivo nidificano migliaia di Urie: non mancherete di sentire i loro richiami. In serata l’equipaggio tenterà di approdare in una baia riparata per approntare un barbecue sulla spiaggia; sarete circondati solo dal silenzio della natura artica e dal richiamo di qualche uccello solitario. Al termine della cena la navigazione prosegue in direzione di Longyearbyen.

L'ultima tappa della crociera esplorativa si svolge dapprima con rotta nord e quindi verso est nell'Isfjord. La parte più interna del fiordo mostra un paesaggio diverso da quelli visti finora: larghe valli dalla forma ad U, scavate dai ghiacciai che ricoprivano l’area 10.000 anni fa, ospitano numerosi branchi di renna delle Svalbard, specie endemica dell'arcipelago; mentre le rocce stratificate che si emergono per centinaia di metri dall’oceano rappresentano un vero libro a cielo aperto che narra l’evoluzione della storia della terra dalla preistoria ad oggi. Prima di volgere la prua in direzione di Longyearbyen si cercherà un approdo tranquillo dove poter sbarcare e per approntare il barbecue dell’arrivederci.

L'ultima tappa della crociera esplorativa si svolge dapprima con rotta nord e quindi verso est nell'Isfjord. La parte più interna del fiordo mostra un paesaggio diverso da quelli visti finora: larghe valli dalla forma ad U, scavate dai ghiacciai che ricoprivano l’area 10.000 anni fa, ospitano numerosi branchi di renna delle Svalbard, specie endemica dell'arcipelago; mentre le rocce stratificate che si emergono per centinaia di metri dall’oceano rappresentano un vero libro a cielo aperto che narra l’evoluzione della storia della terra dalla preistoria ad oggi. Prima di volgere la prua in direzione di Longyearbyen si cercherà un approdo tranquillo dove poter sbarcare e per approntare il barbecue dell’arrivederci.

La crociera esplorativa si avvia alla conclusione. Si avrà la sensazione che il tempo sia trascorso molto velocemente soprattutto in considerazione delle innumerevoli esperienze vissute e sensazioni provate. Molti viaggiatori sono colti da un sottile senso di esaltazione per aver trascorso le giornate “sul tetto del mondo” a poche centinaia di chilmetri dal Polo Nord geografico.Arrivo a Longyearbyen durante la notte. Sbarco e trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo speciale per Oslo.



Quota di partecipazione.

12 GIORNI / 11 NOTTI
A partire da:

6343 €

 

Chiedi Informazioni

 


Prossime partenze.

16 07 2018 26 07 2018

Note e informazioni.

 

Per questo itinerario, a totale rettifica di quanto riportato sopra, le penali di annullamento saranno applicate nella seguente misura:

 

100% a partire dalla data di conferma di prenotazione.

 

 

La quota base comprende:

  • voli charter Oslo/Longyearbyen/Oslo
  • Trasferimenti da/per l’aeroporto di Longyearbyen
  • 1 pernottamento in albergo a Longyearbyen, inclusa prima colazione e pranzo
  • crociera come da programma con sistemazione in cabina interna e trattamento di pensione completa a bordo
  • assistenza di esperte guide artiche parlanti inglese durante la navigazione 
  • sbarchi a terra in gommone

 

 

La quota non comprende:

  • voli dall'Italia per Oslo e viceversa + tasse aeroportuali (quotati separatamente)
  • eventuali pernottamenti a Oslo pre/post crociera (quotati separatemente)
  • bevande ai pasti
  • tutto quanto non espressamente indicato alla voce "la quota comprende"

 

 

Prezzi quotati in euro e pertanto non soggetti ad adeguamento valutario

 

 

 

You may also like

DAI FIORDI CILENI ALLA PENISOLA ANTARTICA

Contrariamente alla zona polare a nord del globo, costituita esclusivamente dall’oceano Artico ricoperto da una spessa coltre di ghiaccio, l’estremo sud dell’emisfero australe è un vero e proprio continente con una superficie di 14 milioni di km2 avvolta quasi interamente dalla calotta glaciale spessa mediamente mille metri.La scoperta di questo continente risale ai primi anni […]

MOSCA E SAN PIETROBURGO

“Mosca o San Pietroburgo?Se l’immensa Russia è un mistero è proprio visitando queste due città, simbolo della duplice natura del Paese, che si potrà dissipare un poco delle nebbie che avvolgono la Grande Nazione senz’altro europea ma indubbiamente altrettanto orientale. Ci volle la follia visionaria e tirannica di Pietro il Grande, appassionato di viaggi da […]

GEYSER, GHIACCIAI E VULCANI IN AUTO

Un viaggio per ammirare l’Islanda nella sua veste invernale; ghiacciai eterni, vulcani, sorgenti di acqua geotermale e bollenti geyser: così l’Islanda si manifesta agli occhi increduli e stupiti dei viaggiatori.Unendovi al tour guidato in pullman potrete ammirare tutto questo e molto altro. Scoprite i poteri nascosti dell’isola, potrete godere di meravigliose vedute del famoso vulcano […]