Silver Wind: da Fort Lauderale a Bridgetown, Barbados


Descrizione.

Perfetta interprete dello stile Silversea, Silver Wind è una delle navi più eleganti e raccolte, dove il ridotto numero di ospiti e gli accoglienti spazi dal servizio altamente personalizzato si integrano alla perfezione con gli ambienti destinati all’intrattenimento, al benessere e con quelli di coperta.
Cene all’aperto con vista panoramica sull’oceano. Accoglienti spazi lounge per un cocktail con gli amici. Eperienze culinarie impareggiabili nell’unico ed esclusivo Wine Restaurant di Relais & Châteaux. Spettacoli e musica dal vivo. Un rilassante bagno in piscina o un’elettrizzante serata al casinò. Ed infine la lussuosa comodità della tua suite dopo un giorno passato a vedere luoghi meravigliosi.
Questo e molto altro fa sì che i nostri ospiti chiamino Silver Sea la loro “ Casa lontano da casa”.

 

 

Itinerario di Viaggio.

Come molti quartieri della Florida sudorientale, Fort Lauderale si sta ravvivando. In uno stato dove le chiassose zone turistiche sono spesso distaccate dai centri della vita quotidiana, Fort Lauderale esibisce coerenza da entrambi i lati del Las Olas Boulevard. Il look sfavillante è il risultato di miglioramenti sia nel centro della città che nell’area balneare. Agli innovativi distretti artistici, caffè e boutique della città si unisce un lungomare ugualmente originale con hotel, caffè e negozi affacciati sul bagnasciuga e nuovi resort a sostituire le icone sbiadite dell’anno passato. Nonostante si proceda con cautela, onde evitare un sovrasviluppo troppo pretenzioso, i governatori della città hanno approvato la costruzione di un impressionante numero di grattacieli.

Quest’isola lunga solo undici chilometri e larga uno e mezzo, capitale e sede del governo di Turk e Caicos, è da molto tempo una delle destinazioni preferite dai sommozzatori grazie ai suoi muri di coralli incontaminati profondi più di 2000 metri. A terra, l’isola offre spiagge bianche e un museo nazionale. Qui vive anche una popolazione di cavalli e asini selvatici, che vagano tra cortili dai muri bianchi, graziose chiese e taverne coloniali ricoperte di buganvillee. Tuttavia, l’atmosfera non è del tutto rilassata: all’estremità meridionale dell’isola, è situato un complesso di navi da crociera che porta circa 60.000 visitatori l’anno.

Se associate la capitale di Porto Rico alle strade coloniali della Vecchia San Juan, conoscete solo una parte del quadro. San Juan è una grande metropoli, che si irradia dalla baia nell’oceano Atlantico scoperta da Juan Ponce de León. Più di un terzo dei quattro milioni di cittadini dell’isola si chiamano con orgoglio “sanjuaneros”. La città sarà anche ancorata al passato, ma è proiettata verso il futuro. I locali vivono circondati da architettura coloniale e nuove strutture moderne. Nel 1598 l’esploratore de Juan Ponde de León aveva stabilito una colonia in un’area conosciuta come Caparra, a sudest dell’odierna San Juan. In seguito ha spostato l’insediamento più a nord, in una location peninsulare più ospitale.

La vivace capitale delle Isole Vergini Britanniche si affaccia du Road Harbour. Si impiega solamente un’ora a percorrere la strada principale e il lungomare, caratterizzati tra edifici tradizionali delle Indie Occidentali dai colori pastello, con tetti di lamiera ondulata, imposte sgargianti e decorazioni traforate. Per tour e informazioni sulle tariffe di taxi e gli orari dei traghetti, rivolgetevi al Tourist Board Office.

La capitale della tedesca St. Maarten si estende per circa un chilometro lungo un istmo tra Great Bay e Salt Pond ed è composta di cinque strade parallele. La maggior parte dei negozi e ristoranti del villaggio si concentra su Front Street, una stretta strada di ciottoli vicina a Great Bay. Solitamente, quando attraccano le navi da crociera, è particolarmente congestionata per via dei molti duty-free e casinò. Piccoli vicoli chiamati “steegies” connettono Front Street con Back Street, con meno negozi e sovraffollamento. Lungo la spiaggia si trova una passerella on ristoranti e punti per la connessione Wi-Fi. Il cuore del villaggio è Wathey Square.

Gustavia è comodamente esplorabile in due ore. Alcuni negozi chiudono da mezzogiorno fino alle tre o le quattro, per cui è necessario pianificare il pranzo di conseguenza, ma di sera restano aperti oltre le sette. Parcheggiare durante le vacanze è una sfida, ma un buon punto è rue de la Republique, a fianco di catamarani, yacht e barche a vela.

Le testimonianze di Nevis risalgono ai resoconti dei viaggi di Cristoforo Colombo, quando sostò a Nevis nel 1493. Il nome deriva da “Nuestra Senora de Las Nieves” ovvero “Nostra Signora delle Nevi”, a causa della montagna coronata da nubi che aveva ricordato a Colombo la neve. Prima dell’arrivo di Colombo, Nevis era chiamata Dulcina, “Isola Dolce”, dagli Arawak e in seguito Qualie, ”Terra dalle belle acque” dai Caribe. Più tardi, nel XVIII secolo, Nevis divenne nota col nome si “Regina dei Caribe”. Abbondano prove dell’esistenza di popolazioni del Neolitico Preceramico, tra cui attrezzi di pietra finemente lavorati e ceramiche colorate. Durante gli anni, Nevis ha fatto un numero di contribuzioni significative per i Caraibi e il mondo.

Nonostante sia una delle capitali più piccole dei Caraibi, Roseau ha la più alta concentrazione di abitanti dei Caraibi orientali. L’architettura vernacolare e un fervente mercato trasportano i visitatori indietro nel tempo. Anche se è possibile attraversare la città intera in circa un’ora, si percepisce una sensazione più autentica del luogo passeggiando tranquillamente. Da alcuni anni la Society for Historical Architectural Preservation and Enhancement (SHAPE) organizza programmi e progetti per preservare il patrimonio architettonico della città. Numerosi edifici interessanti sono già stati restaurati.

Con un entroterra rigoglioso adornato da montagne imponenti, dense foreste pluviali, valli fertili e acri di piantagioni di banana, St. Lucia si distingue per i cosiddetti Pitons: due vette gemelle che si ergono sull’oceano della costa sudorientale. Ovunque soggiorniate a Soufrière, a nord, dentro o nei pressi di Rodney Bay Village, o addirittura a Cap Estate, un giorno passato tra i paesaggi naturali unici e la storia locale di Soufrière è un giorno ben speso. Fatta eccezione per una piccola area a nordest, tutta St. Lucia è circondata da una strada principale, che segue la costa, attraversa le montagne tra tornanti e strapiombi e raggiunge altezze vertiginose. Per compiere un giro completo dell’isola sono necessarie almeno quattro ore.

L’aria di Grenada è colma degli aromi di cannella, cacao, chiodi di garofano e noce moscata. Lunga 33 e ampia 19 km, l’isola delle spezie è una gemma tropicale di foreste pluviali, spiagge bianche, caverne appartate, fiori esotici e abbastanza spezie localmente coltivate da riempire l’armadietto della cucina di chiunque. St. George è una delle capitali più pittoresche dei Caraibi, così come il suo porto e le sue spiagge, in particolare la Grand Anse Beach. Gli abitanti dell’isola sono amichevoli e ospitali e ci sono abbastanza negozi, ristoranti, siti storici e meraviglie naturali da rendere il porto un popolare punto di sbarco.

La fervente capitale delle Barbados è un importante porto duty-free con un’area shopping annessa. La strada principale è Broad Street, che conduce a ovest dalla National Heroes Square. Tra le attrazioni più interessanti si trova il Pelican Village, un gruppo di laboratori tra il porto e il centro della città, dove gli artigiani vendono le loro creazioni tra cui prodotti in pelle, tessuti a batik, vimini, sculture, gioielli, vetro, quadri e ceramiche. È aperto durante i giorni feriali dalle 9:00 alle 17:00 e il sabato dalle 9:00 alle 14:00. Il mercato è ancora più vivo quando le navi attraccano al porto. 1. San Juan, Porto Rico; 2. Road Town, Tortola; 3. St. George’s, Grenada



Quota di partecipazione.

13 GIORNI / 12 NOTTI
A partire da:

3950 €

 

Chiedi Informazioni

 


Prossime partenze.

10 12 2018

Note e informazioni.

Prezzi quotati in euro, pertanto non soggetti ad adeguamento valutario.

 

La quota base comprende:

                    Sistemazione in cabina Vista Suite;

                    Formula All-Inclusive: bevande e cibo in suite ed in tutti i locali della nave;              

                    Trasporto dal porto di attracco alla città nei porti principali;

                    Servizio in camera 24 ore;

                    Wi-fi su tutta la nave;

                    Occasioni di intrattenimento e di arricchimento;

                    Servizio maggiordomo;

                    Mance.

 

La quota non comprende:

                    Volo dall’Italia per la città d’imbarco e viceversa;

                    Notti supplementari;

                    Trasferimenti da/per l’aeroporto.

 

 

 

 

You may also like

Silver Muse: da Barcellona a Civitavecchia e Grand Prix a Monte Carlo

 Ultima novità della flotta, Silver Muse vanta il più grande numero di suite, tecnologie all’avanguardia, arte, artigianato e comfort di gusto italiano. A bordo, otto aree ristorative con menu enogastronomici, tra cui un ristorante che cucina sulla pietra lavica ed un jazz tapas bar, nuovi servizi per soddisfare i palati più esigenti e alla continua […]

Silver Muse: da Venezia a Monte Carlo 2018

 Ultima novità della flotta, Silver Muse vanta il più grande numero di suite, tecnologie all’avanguardia, arte, artigianato e comfort di gusto italiano. A bordo, otto aree ristorative con menu enogastronomici, tra cui un ristorante che cucina sulla pietra lavica ed un jazz tapas bar, nuovi servizi per soddisfare i palati più esigenti e alla continua […]

Silver Spirit: da Londra a New York

 La Silver Spirit combina le pluripremiate caratteristiche delle crociere di lusso Silversea con ancora più comfort ed eccitanti nuove possibilità d’intrattenimento: le sei possibilità ristorative tra cui un sushi bar e un supper club ispirato a quelli degli anni 30, la Spa di 770 metri quadrati e l’ampia piscina, le vasche idromassaggio e le più […]