Silver Shadow: da Tokyo all’Alaska


Descrizione.

Il pluripremiato comfort in suite di  Silver Shadow la colloca a un livello superiore per il suo rapporto spazio/passeggero tra i più elevati al mondo, per la cordiale ospitalità dello staff e per la meravigliosa atmosfera che regna a bordo fatta di esperienze autentiche, piaceri semplici e momenti condivisi
Leggermente più grande di Silver Cloud e Silver Wind, Silver Shadow conserva intatto l’inconfondibile stile Silversea, suite spaziose, numero di ospiti contenuto e servizio superlativo, accompagnandolo ad una vivace atmosfera cosmopolita e ad un comfort ancora maggiore.
A bordo della Silver Shadow potrete stimolare mente e corpo con corsi di Pilates e yoga nel centro fitness ampliato, con una seduta alla spa o con un tuffo in piscina. Potrete assaporare i vini più raffinati e deliziose ricette culinarie elaborate con prodotti regionali nell’unico wine bar sul mare di Relais & Châteaux, o in uno degli altri tre ristoranti della nave. Potrete ammirare le più preziose creazioni di marchi come Damiani, Bulgari, Gucci, Paul & Shark, Swarovski e molti altri nelle sue meravigliose boutique, riprogettate dall’architetto Tiziano Vudafieri.
O, semplicemente, potrete perdervi a osservare panorami oceanici senza fine bevendo un cocktail all’aperto insieme a nuovi amici.
Assapora, rilassati e ricaricati a bordo di Silver Shadow.
 

 

Itinerario di Viaggio.

Luci, sushi e manga! Frenetica e infinitamente affascinante, la capitale del Giappone è una città di contrasti. Santuari e giardini sono piccole oasi di calma tra le affollatissime strade e i vertiginosi palazzi di uffici. Le piccole botteghe a conduzione familiare condividono la strada con le catene di ristoranti in stile occidentale e con quelli di alta cucina. Facendo shopping la scelta spazia dalle graziose arti tradizionali fino ai gadget tecnologici più all’avanguardia. La vita notturna prende il via con karaoke e sakè e continua nei club di musica techno e molto altro. Che si cerchi la tradizione o l’innovazione, Tokyo non deluderà le aspettative.

Il principale evento ad Aomori è il Nebuta Matsuri Festival che si tiene dal 2 al 7 Agosto. La gente viene ad ammirare carri illuminati raffiguranti gigantesche figure di samurai trasportati lungo le strade di notte. Il festival è uno dei più grandi del Giappone e si dice che celebri l’euforia della vittoria in battaglia, ed è per questo che è più rumoroso e animato di altri. I ballerini, chiamati heneto, corrono lungo i carri, ballando follemente e invitando tutti a partecipare. Lungo tutto l’anno è possibile mangiare il delizioso cibo di mare di Aomori Bay, tra cui l’Oma no Maguro, (tonno di Oma), così come frutta e verdure, in particolare aglio.

Affacciata su due baie, Hakodate è una città portuale del XIX secolo, con edifici di legno su strade a spiovente, una zona turistica vicino alla banchina, tram e pesce fresco su ogni menù. Nello storico quartiere centrale, sopra la città si erge una montagna di 335 metri. Russi, Americani, Cinesi ed Europei hanno lasciato il segno, essendo questo uno dei primi porti che il governo Meji ha aperto al commercio internazionale nel 1859.

Kushiro, conosciuta anche come “ la città della nebbia", è situata nella parte sudest di Hokkaido. Con circa 200.000 abitanti, è la città più grande della regione e la base per la pesca dei pesci di profondità. L’industria di prodotti marini di Kushiro è fiorita a partire dal XX secolo e molti dei suoi porti e strade ricalcano le caratteristiche di quell’era. Grazie alla sua posizione strategica sulla costa orientale di Hokkaido e al fatto che sia l’unico porto libero dai ghiacci nell’area, Kushiro sta attraversando una fase di crescita costante come un importante centro economico, sociale e culturale. Il poeta e novellista Takuboku Ishikawa viveva qui all’inizio del XX secolo.

La Penisola della Camciatca fa parte della frontiera orientale della Russia. A causa della sua prossimità agli Stati Uniti, la regione ha giocato un ruolo strategico per la difesa del territorio russo. Di conseguenza, il territorio è rimasto chiuso al pubblico per molti anni. Fortunatamente, la posizione isolata della regione ha fatto in modo da preservarne e proteggerne l’incredibile natura selvaggia e biodiversità. Con poche strade, la maggior parte dei trasporti avviene via aereo, barca o elicottero.

Le vette frastagliate e i paesaggi tranquilli di Dutch Harbour nascondono che sia stato uno dei pochi luoghi degli USA a essere direttamente attaccato dai Giapponesi, che ne bombardarono la base militare durante la Seconda Guerra Mondiale. Situata lungo una serie di isole, che si estendono dall’Alaska verso l’oceano Pacifico, una visita a questa isola è ricca non solo di storia militare, ma anche di natura da esplorare, tra paesaggi vulcanici e fauna meravigliosa a terra e in mare.

Oggi l’industria della pesca è sovrana a Kodiak. Nonostante la sua popolazione ridotta, circa 6,475 persone sparse su tutte le isole, la città è tra i più trafficati porti di pesca degli Stati Uniti. Il porto è anche un importante punto di rifornimento per le piccole comunità delle Isole Aleutine e della Penisola di Alaska. I visitatori dell’isola tendono o a trasferirsi immediatamente in alberghi remoti per pescare, fare kayak e vedere gli orsi, o a rimanere in città in cerca di passatempi accessibili dal limitato sistema di strade.

E’ difficile credere che un posto così bello come Seward esista davvero. Circondato dal Kenai Fjords National Park, la Chugach National Forest e Resurrection Bay, Seward offre gli aspetti pittoreschi di una piccola cittadina ferroviaria aggiunti a una cornice naturale mozzafiato. La piccola città di circa 2,750 cittadini fu fondata nel 1903, quando ricercatori giunsero a questo porto libero dal ghiaccio e iniziarono a progettare una ferrovia. Sin da questo primo insediamento, Seward è dipesa pesantemente dal turismo e dalla pesca. È anche il punto di partenza per le escursioni al parco nazionale, dove è comune avvistare vita marina e vedere il distaccamento degli iceberg.1. Dutch Habour, Alaska; 2. Kushiro, Giappone; 3. Tokyo, Giappone.



Quota di partecipazione.

16 GIORNI / 15 NOTTI
A partire da:

4650 €

 

Chiedi Informazioni

 


Prossime partenze.

Partenze in fase di definizione.

Note e informazioni.

Prezzi quotati in euro, pertanto non soggetti ad adeguamento valutario.

 

La quota base comprende:

                    Sistemazione in cabina Vista Suite;

                    Formula All-Inclusive: bevande e cibo in suite ed in tutti i locali della nave;              

                    Trasporto dal porto di attracco alla città nei porti principali;

                    Servizio in camera 24 ore;

                    Wi-fi su tutta la nave;

                    Occasioni di intrattenimento e di arricchimento;

                    Servizio maggiordomo;

                    Mance.

 

La quota non comprende:

                    Volo dall’Italia per la città d’imbarco e viceversa;

                    Notti supplementari;

                    Trasferimenti da/per l’aeroporto.

 

 

 

 

You may also like

Silver Wind: da Londra a Stoccolma 2018

Perfetta interprete dello stile Silversea, Silver Wind è una delle navi più eleganti e raccolte, dove il ridotto numero di ospiti e gli accoglienti spazi dal servizio altamente personalizzato si integrano alla perfezione con gli ambienti destinati all’intrattenimento, al benessere e con quelli di coperta.Cene all’aperto con vista panoramica sull’oceano. Accoglienti spazi lounge per un […]

NOMADI TRA DESERTO E TAIGA

“È meglio averla vista una volta, che averne sentito parlare mille volte”Così recita un proverbio mongolo. Sì perché la Mongolia è protagonista di racconti, di poesie, di storie, ma bisogna vederla per comprenderla. Bisogna percorrere le sue steppe infinite, trovarsi sotto il suo cielo, ascoltare il rumore delle sue dune, assordarsi del silenzio delle sue […]

Silver Muse: da Civitavecchia a Barcellona

 Ultima novità della flotta, Silver Muse vanta il più grande numero di suite, tecnologie all’avanguardia, arte, artigianato e comfort di gusto italiano. A bordo, otto aree ristorative con menu enogastronomici, tra cui un ristorante che cucina sulla pietra lavica ed un jazz tapas bar, nuovi servizi per soddisfare i palati più esigenti e alla continua […]