Silver Explorer: Antartide, South Georgia e Falkland


Descrizione.

Progettata con uno scafo rinforzato per attraversare banchi di ghiaccio e navigare in completa sicurezza i poli del mondo, Silver Explorer si fa largo tra terre abbandonate e iceberg senza rinunciare ai comfort e ai vantaggi che sono diventati i capisaldi dell’ospitalità Silversea.
Inoltre, una flotta di gommoni Zodiac permette agli ospiti di visitare anche le mete più difficilmente raggiungibili, ed un Team di esperti in spedizioni fornisce gli strumenti necessari ad approfondire e comprendere ogni indimenticabile meta raggiunta a bordo della Silver Explorer.
E dopo una giornata passata ad esplorare gli angoli più remoti del globo, cosa può esserci di meglio di una rigenerante visita alla spa, una conferenza sulla regione visitata o una tranquilla pausa assieme agli amici sorseggiando un cocktail?

 

 

Itinerario di Viaggio.

Imbarco sulla Silver Explorer nel pomeriggio e breve briefing sulla sicurezza prima di salpare. Incontro con il Team Expedition e briefing sui gommoni Zodiac.

Approfittando del giorno di navigazione il Team Expedition vi parlerà delle isole Falkland (Malvinas, in spagnolo) in preparazione alle avventure che seguono. Durante il tragitto sarà possibile avvistare albatri sopracciglio nero, ossifraghe del sud e procellarie del capo.

Durante la mattina sarà possibile avvistare delfini australi e di Commerson mentre la Silver Explorer si avvicina a West Point Island. La brughiera è costellata di colonie di albatros dalle sopracciglia nere e pinguini saltarocce, il tutto incorniciato da una flora unica. Durante l’ora di pranzo, la Silver Explorer approccerà Saunders Island. Oltre alla sua importanza storica – qui si trova il primo insediamento inglese – offre un’interessante biodiversità. Tenteremo di sbarcare a seconda delle condizioni metereologiche per vedere diverse specie di pinguini, uccelli marini e terrestri. I pinguini papua e imperatore risiedono nello spazio aperto fatto di dune sabbiose, mentre pinguini saltarocce, cormorani imperiali e albatros dalle sopracciglia nere si trovano a Mount Richards. Altre specie tipiche sono il diamante bavetta e l’oca testarossiccia.

Stanley è la capitale delle Falkland e, nonostante le autorità argentine abbiano più volte reclamato le isole come parte del loro paese, è caratterizzata da un ambiente piuttosto inglese. Fate un tour della città in bus con una guida locale o passeggiate tra le graziose strade di questa colorata città tra pittoreschi cottage e pub tradizionali. Le principali attrazioni sono la cattedrale anglicana del IXX secolo, il War Memorial e il Falkland Islands Dockyard Museum. Per i collezionisti di francobolli, immancabile una visita al Philatelic Bureau. A seconda delle condizioni potremmo vedere pinguini papua, pinguini di Magellano e pinguini imperatore a Bluff Cove o Volunteer Point.

Mentre la Silver Cloud naviga per due giorni sull’Oceano Atlantico Meridionale, il Team Expedition terrà conferenze sulla geologia, la storia e la biologia che rendono il South Georgia un luogo così unico e interessante. In preparazione alla visita del South Georgia e dell’Antartide avranno luogo dei briefing sulle corrette procedure da seguire a terra e sull’abbigliamento adatto.Le attività a bordo comprendono laboratori di fotografia, trattamenti spa, sessioni di allenamento e, ovviamente, squisite esperienze culinarie.

Avremo tre giorni per esplorare questa destinazione mozzafiato raramente visitata, fatta di montagne ricoperte di neve, poderosi ghiacciai e praterie. L’isola attrae un’incredibile varietà di fauna: otarie orsine antartiche, elefanti marini, pinguini imperatore e macaroni e una grande varietà di specie di albatros, tra cui l’albatro urlatore.Il South Georgia è strettamente collegato ai primi esploratori dell’Antartide. Il capitano James Cook è sbarcato qui nel 1775, ma forse è l’arrivo di Sir Ernest Shackleton del 1916 ad essere più famoso, e l’affondamento della sua nave Endurance. E’ possibile visitare la tomba di Shackleton e Frank Wild, così come il museo di Grytviken.Queste sono alcune delle nostre probabili mete: Cooper Bay: da visitare in Zodiac per vedere pinguini macaroni e pigoscelidi antartici sulle scogliere e nell’acqua.Gold Harbour: nel vicino ghiacciaio di Bertrab si trova una grande colonia di pinguini imperatore e sulle spiagge si possono avvistare foche.Grytviken: una stazione per la lavorazione delle balene storica che entrò in funzione nel 1904. Si possono vedere ancora i resti dell’attività: scafi arrugginiti di baleniere e navi, equipaggiamento dimenticato e alcune zone di lavorazione. Oggi la fabbrica è un museo dove gli ospiti possono sapere di più sulla storia delle baleniere, sulle varie tecniche di produzione e sulle esplorazioni antartiche delle navi. Una volta giunti al luogo di sepoltura dell’esploratore Sir Ernest Shackleton, brinderemo in suo onore e del suo compagno fedele, Frank Wild, sepolto insieme a lui.Salisbury Plain: uno dei luoghi preferiti dai pinguini imperatore per riprodursi, i quali arrivano a ricoprirne completamente le spiagge e le colline. Possono essere avvistate anche otarie orsine ed elefanti di mare.

Lasciandoci alle spalle il South Georgia, la Silver Cloud si dirigerà verso le Isole Shetland Meridionali e l’Antartide. Sulla via potremmo incontrare uno dei giganteschi iceberg che si distaccano dalla piattaforma di ghiaccio di Larsen. Questi giorni di navigazione saranno usati dal Team Expedition per presentare ulteriori argomenti. Mentre ci dirigiamo a Elephant Island, il nostro storico di bordo parlerà della spedizione Shackleton e dei membri del suo equipaggio che aspettarono la salvezza a Point Wild, mentre il nostro biologo marino e il nostro ornitologo si occuperanno della fauna che avvisteremo.

Impressionanti ghiacciai e ripidi promontori ci danno il benvenuto a Elephant Island, così chiamata per l’abbondanza di elefanti marini. Le scogliere sono abitate da pigoscelidi antartici, otarie orsine antartiche , foche di Weddel e pinguini macaroni. Quando la spedizione di Shackleton si scontrò con una banchisa nel mare di Weddel nel 1915, l’equipaggio naufragò sull’isola e vi rimase per 135 giorni. Un busto di bronzo solitario si erge a Point Wild, in onore del pilota cileno Luis Pardo, che guidò la nave militare Yelcho per salvarli.

Navigando lungo la Penisola antartica, il ghiaccio si fa più spesso via via che procediamo. Remota e ai confini del mondo, l’Antartide è tra i posti più spettacolari della terra grazie ai suoi maestosi iceberg e ghiacciai, e per la possibilità d’incontri ravvicinati con mammiferi marini. Scrutate l’orizzonte in cerca di foche, megattere, orche e balenottere. Tenteremo ogni giorno di partire con gli Zodiac e di sbarcare per cercare di avvicinarci ai pinguini. Ogni giorno il leader e il capitano determineranno il miglior itinerario da seguire secondo le condizioni metereologiche, dello stato del ghiaccio e delle abitudini degli animali. Questi sono alcuni dei posti che potremmo visitare:Antarctic Sound: chiamato come la nave di Nordenskjöld, è un bacino d’acqua che si estende per trenta miglia a nord della penisola e che offre alcune tra le migliori formazioni d’iceberg.Brown Bluff: una montagna ricoperta di ghiaccio, dalla punta piatta, alta 745 metri e con una prominente sporgenza di roccia vulcanica rossiccia. Pinguini di Adelia, pinguini papua, zafferani meridionali e procellarie del capo abitano nella zona. Sulle spiagge vicine potrebbero esserci foche di Weddel che si riposano al sole o pinguini di Adelia intenti a tuffarsi in acqua.Cuverville Island: l’isola fu scoperta durante la spedizione belga del 1897-99, e fu battezzata col nome di un viceammiraglio della marina francese. Le larghe e spoglie rocce sono siti di nidificazione dei pinguini papua, ma purtroppo sono anche alquanto esposte ai predatori. Petrelli delle nevi e uccelli delle tempeste di Wilson abitano questi cieli. Potremmo intraprendere anche una scalata sulla cima della montagna a seconda delle condizioni metereologiche.Paradise Bay: una baia dalla bellezza unica grazie allo scenario creato da montagne, ghiacciai e iceberg. Dalla nave potrete osservare la “Base Almirante Brown” dell’Argentina, una delle tante stazioni di ricerca in Antartide, popolate periodicamente. Qui potremo sbarcare e goderci la compagnia di pinguini e diversi uccelli marini o attraversare la baia con lo Zodiac alla ricerca di balene.Neko Harbor: la baia deve il suo nome a una baleniera e ancora oggi offre molte opportunità di vedere qualche balena. Qua potremo sbarcare per osservare i diversi pinguini che popolano la zona e, nel migliore dei casi, camminare fino al punto di osservazione per godere di panorami mozzafiato di Andvord Bay e dello Stretto di Gerlache.Port Lockroy, Goudier Island: gli Inglesi costruirono una stazione di ascolto su quest’isola durante la Seconda Guerra Mondiale, poi utilizzata negli anni 50 come stazione di ricerca. Bransfield House è stata ristrutturata nel 1996 e da allora è un museo, negozio di souvenir e anche stazione postale durante l’estate. Si possono vedere spesso foche leopardo nel mare fuori dal museo.Whalers Bay (Deception Island): quest’isola è un esempio eccellente di caldera collassata e sommersa, sulla quale navigheremo entrando attraverso una strettura chiamata Neptune’s Bellows. Il nostro geologo spiegherà le caratteristiche uniche dell’area e la loro importanza per la scienza, mentre il nostro storico racconterà la storia delle baleniere. Sono ancora visibili i bollitori utilizzati per ottenere l’olio di balena nel 1900. Se le condizioni lo permettono, faremo anche un’escursione di trekking.Paulet Island: quest’isola ospita il sito di nidificazione di circa 80-90.000 pinguini Adelia e un’enorme colonia di cormorani occhi blu. Il Team vi fornirà approfondimento su Otto Nordenskjold e la sua squadra che trascorsero l’inverno sull’isola nel 1903, parti del loro rifugio sono ancora visibili

Il passaggio di Drake è noto per le sue acque turbolente a causa dei venti orientali e dell’effetto “imbuto” del fondo oceanico. Attraversando questo stretto incontreremo la Convergenza Antartica, un confine naturale e in continuo movimento tra le fredde acque polari che scorrono verso nord e quelle più calde che si dirigono a sud. All’incontro tra le due correnti, i nutrienti sono spinti in superficie, attirando una moltitudine di uccelli marini e balene. Qui è possibile avvistare l’albatros sopracciglia nere, la berta grigia e la procellaria mento bianco. Mentre navighiamo, approfittatene per familiarizzare con la nave e con Team oppure partecipate a seminari di geografia, biologia e storia a cura dei nostri esperti.

Dopo la colazione, sbarco dalla Silver Explorer.1. Penisola Antartica; 2. South Georgia; 3. Saunders Island, Isole Falkland.



Quota di partecipazione.

19 GIORNI / 18 NOTTI
A partire da:

18050 €

 

Chiedi Informazioni

 


Prossime partenze.

19 11 2018 17 12 2018

Note e informazioni.

Prezzi quotati in euro, pertanto non soggetti ad adeguamento valutario.

 

La quota base comprende:

                    Sistemazione in cabina Adventurer Suite;

                    Formula All-Inclusive: bevande e cibo in suite ed in tutti i locali della nave;              

                    Trasporto dal porto di attracco alla città nei porti principali;

                    Servizio in camera 24 ore;

                    Wi-fi su tutta la nave;

                    Occasioni di intrattenimento e di arricchimento;

                    Mance;

                    Servizio maggiordomo;

                    Conferenze a bordo pertinenti il viaggio a cura di un Team di esperti altamente qualificato;

                    Tutti i tour, le escursioni  e le attività di gruppo;

                    Uno zaino, una borraccia in acciaio ed un parka per i viaggi in mete artiche.

 

La quota non comprende:

                    Volo dall’Italia per la città d’imbarco e viceversa;

                    Notti supplementari;

                    Trasferimenti da/per l’aeroporto.

 

 

 

 

You may also like

Silver Explorer: la frontiera orientale dell’America

Progettata con uno scafo rinforzato per attraversare banchi di ghiaccio e navigare in completa sicurezza i poli del mondo, Silver Explorer si fa largo tra terre abbandonate e iceberg senza rinunciare ai comfort e ai vantaggi che sono diventati i capisaldi dell’ospitalità Silversea.Inoltre, una flotta di gommoni Zodiac permette agli ospiti di visitare anche le […]

Silver Cloud Expedition: da Londra a Dublino

Dopo una completa ristrutturazione, Silver Cloud è diventata la più spaziosa e confortevole nave da crociera in mari ghiacciati. Le sue spaziose suite, le sue destinazioni e il suo servizio senza pari la rendono veramente unica nel suo genere. Cinque opzioni ristorative, tra cui il ristorante Relais&Châteaux, stuzzicheranno il vostro palato e, poiché l’ottanta per cento […]