Silver Cloud Expedition: da Punta Arenas alla Penisola Antartica


Descrizione.

Dopo una completa ristrutturazione, Silver Cloud diventerà la più spaziosa e confortevole nave da crociera in mari ghiacciati. Le sue spaziose suite, le sue destinazioni e il suo servizio senza pari la rendono veramente unica nel suo genere. Cinque opzioni ristorative, tra cui il ristorante Relais&Châteaux, stuzzicheranno il vostro palato e, poiché l’ottanta per cento delle suite include una veranda privata, contemplare una balena o un branco di pinguini saltellanti non sarà mai stato così intimo e personale.
Ampi ed estesi ponti con numerosi open-space e una piscina completano quella che è sicuramente la nave da spedizione più distinta al giorno d’oggi.
Un numero limitato di ospiti consente a Silver Cloud Expedition di offrire il miglior rapporto passeggero-spazio ed equipaggio-passeggero nella categoria delle navi da crociera Expedition. Con una flotta di 18 Zodiac poi, le possibilità di esplorazione sono praticamente illimitate e nessuna meta è irraggiungibile. E infine, un team di 19 esperti appassionati e dedicati, sempre a disposizione per assicurarsi che il vostro viaggio migliori ad ogni tappa.
 

 

Itinerario di Viaggio.

Imbarco sulla Silver Cloud. Prima di salpare avrà luogo un breve briefing sulla sicurezza. Nel pomeriggio verranno presentati i membri del Team Expedition e dell’equipaggio.

I giorni di navigazione a bordo di Silver Cloud offrono numerose possibilità di svago e relax, ma anche di approfondimento dell’itinerario: si terranno conferenze su geologia, storia, biologia e botanica. Ci sarà anche uno speciale cocktail party di benvenuto tenuto dal capitano, che presenterà importanti membri dell’equipaggio.

Durante la mattinata visita di New Island, una riserva naturale curata dal New Island Conservation Trust, un gruppo privato per la conservazione ambientale, che protegge le molte specie animali che abitano l’isola. Gli Zodiac consentiranno di sbarcare a riva vicino al piccolo insediamento di Coffin Harbour. Da qui attraverseremo l’isola da est a ovest per raggiungere i promontori rocciosi e le foreste dove nidificano diversi uccelli, in particolare il pinguino saltarocce e il cormorano occhi blu. Osserveremo anche albatros e oche di Magellano. Il nostro storico di bordo ci comunicherà qualche informazione sul granaio di Barnard, una struttura di pietra appartenuta a un colonizzatore e ora un museo, ed anche sul relitto di Protector III, un vecchio dragamine usato per dare la caccia alle balene, ora arenato vicino a riva.All’ora di pranzo Silver Cloud salperà verso nordest per l’isola di West Point.Gli Zodiac ci porteranno a un molo dal quale cammineremo circa due chilometri verso il promontorio “Naso del Diavolo”. Attraversando la brughiera e le ginestre potremmo incontrare scriccioli delle erbe, strurnelle coda lunga, turdidi e avvoltoi collo rosso, ma il nostro obiettivo è raggiungere le colonie dell’albatros dalle sopracciglia nere, che nidifica nello stesso luogo dei pinguini saltarocce. I venti qui sono solitamente così forti che gli albatros devono solo distendere le loro ali per decollare.Al nostro ritorno, I padroni dell’isola ci inviteranno per un the o un caffè accompagnato da dolci fatti in casa.

Stanley è la capitale delle Falkland e, nonostante le autorità argentine abbiano più volte reclamato le isole come parte del loro paese, è caratterizzata da un ambiente piuttosto inglese. Una testimonianza della guerra delle Falkland del 1982 è il War Memorial. Fate un tour della città in bus con una guida locale o passeggiate tra le graziose strade di questa colorata città tra pittoreschi cottage e pub tradizionali. Le principali attrazioni sono la cattedrale anglicana del XIX secolo e il Falkland Islands Dockyard Museum. Per i collezionisti di francobolli, immancabile una visita al Philatelic Bureau. A seconda delle condizioni potremmo vedere pinguini papua, pinguini di Magellano e pinguini imperatore a Bluff Cove o Volunteer Point.

Il passaggio di Drake è noto per le sue acque turbolente a causa dei venti orientali e dell’effetto “imbuto” del fondo oceanico. Attraversando questo stretto incontreremo la Convergenza Antartica, un confine naturale e in continuo movimento tra le fredde acque polari che scorrono verso nord e quelle più calde che si dirigono a sud. All’incontro tra le due correnti, i nutrienti sono spinti in superficie, attirando una moltitudine di uccelli marini e balene. Qui è possibile avvistare l’albatros sopracciglia nere, la berta grigia e la procellaria mento bianco.Mentre navighiamo, approfittatene per familiarizzare con la nave e con il Team, oppure partecipate a seminari di geografia, biologia e storia a cura dei nostri esperti.

Navigando lungo la Penisola antartica, il ghiaccio si fa più spesso via via che procediamo. Remota e ai confini del mondo, l’Antartide è tra i luoghi più spettacolari della terra grazie ai suoi maestosi iceberg e ghiacciai, e per la possibilità di incontri ravvicinati con mammiferi marini. Scrutate l’orizzonte in cerca di foche, megattere, orche e balenottere. Tenteremo ogni giorno di partire con gli Zodiac e di sbarcare per cercare di avvicinarci ai pinguini. Ogni giorno il leader e il capitano determineranno il miglior itinerario da seguire a seconda delle condizioni metereologiche, dello stato del ghiaccio e delle abitudini degli animali. Questi sono i luoghi dove saranno organizzate le escursioni:Antarctic Sound: chiamato come la nave di Nordenskjöld, è un bacino d’acqua che si estende per trenta miglia a nord della penisola e che offre alcune tra le migliori formazioni di iceberg.Brown Bluff: una montagna ricoperta di ghiaccio, dalla punta piatta, alta 745 metri e con una prominente sporgenza di roccia vulcanica rossiccia. Pinguini di Adelia, pinguini papua, zafferani meridionali e procellarie del capo abitano la zona. Se le condizioni lo permettono, faremo un’escursione su un ghiacciaio vicino.Cuverville Island: l’isola fu scoperta durante la spedizione belga del 1897-99, e fu battezzata col nome di un viceammiraglio della marina francese. Le larghe e spoglie rocce sono siti di nidificazione dei pinguini papua, ma purtroppo sono anche alquanto esposte ai predatori. Petrelli delle nevi e uccelli delle tempeste di Wilson abitano questi cieli. Sarà possibile intraprendere anche una scalata sulla cima della montagna a seconda delle condizioni metereologiche.Paradise Bay: una baia dalla bellezza unica grazie allo scenario creato da montagne, ghiacciai e iceberg. Deve il suo nome ai cacciatori di balene, che utilizzavano questa baia per rifugiarsi durante le tempeste più violente. Dalla nave potrete osservare la “Base Almirante Brown” dell’Argentina, una delle tante stazioni di ricerca in Antartide. Qui potremo sbarcare e goderci la compagnia di pinguini e diversi uccelli marini o attraversare la baia con lo Zodiac alla ricerca di balene.Neko Harbor: la baia deve il suo nome a una baleniera e ancora oggi offre molte opportunità di vedere qualche balena. Qua potremo sbarcare e, nel migliore dei casi, camminare fino al punto di osservazione per godere di panorami mozzafiato.Port Lockroy, Goudier Island: gli Inglesi costruirono una stazione di ascolto su quest’isola durante la Seconda Guerra Mondiale, poi utilizzata negli anni 50 come stazione di ricerca. Bransfield House è stata ristrutturata nel 1996 e da allora è un museo, negozio di souvenir e anche stazione postale durante l’estate. Si possono vedere spesso foche leopardo nel mare fuori dal museo.Whalers Bay (Deception Island): quest’isola è un esempio eccellente di caldera collassata e sommersa, sulla quale navigheremo. Il nostro geologo spiegherà le caratteristiche uniche dell’area e la loro importanza per la scienza, mentre il nostro storico racconterà la storia delle baleniere. Sono ancora visibili i bollitori utilizzati per ottenere l’olio di balena nel 1900. Se le condizioni lo permettono, faremo anche un’escursione di trekking.

Mentre invertiamo la rotta, cercate gli uccelli marini che potremmo aver mancato in precedenza o partecipate a ulteriori conferenze offerte dal Team.

Dopo la colazione, sbarco dalla Silver Cloud.1. Antartic Sound, Antartide 2. Penisola Antartica, Antartide 3. Isole Shetland Meridionali, Argentina



Quota di partecipazione.

12 GIORNI / 11 NOTTI
A partire da:

10900 €

 

Chiedi Informazioni

 


Prossime partenze.

Partenze in fase di definizione.

Note e informazioni.

Prezzi quotati in euro, pertanto non soggetti ad adeguamento valutario.

 

La quota base comprende:

                    Sistemazione in cabina Vista Suite;

                    Formula All-Inclusive: bevande e cibo in suite ed in tutti i locali della nave;              

                    Trasporto dal porto di attracco alla città nei porti principali;

                    Servizio in camera 24 ore;

                    Servizio maggiordomo;

                    Wi-fi su tutta la nave;

                    Occasioni di intrattenimento e di arricchimento;

                    Mance.

                    Conferenze a bordo pertinenti il viaggio a cura di un Team di esperti altamente qualificato;

                    Tutti i tour, le escursioni  e le attività di gruppo;

                    Uno zaino, una borraccia in acciaio ed un parka per i viaggi in mete artiche.

 

La quota non comprende:

                    Volo dall’Italia per la città d’imbarco e viceversa;

                    Notti supplementari;

                    Trasferimenti da/per l’aeroporto.

 

 

 

 

You may also like

SULLE ALI DEL QUETZAL

Il programma si svolge su confortevoli mezzi di trasporto privati con autista con i quali si esploreranno il Guatemala e l’Honduras. Un viaggio dentro la cultura maya e la storia del Guatemala, tra indios e scorci caraibici. Un mosaico dai colori vivaci tra mercati, laghi, vulcani, foreste e incredibili testimonianze storiche come le immense piramidi […]

Silver Discoverer: dall’Australia all’Indonesia

Terza arrivata nella categoria Expeditions, Silver Discoverer fa rotta su terre inesplorate e vergini del vasto Pacifico, attraverso isole coralline e villaggi tribali, verso foreste pluviali il cui fragile ecosistema non sembra conoscere la corruzione del tempo.Silver Discoverer offre suite tutte provviste di vista oceano e spaziosi ponti, in maniera che una balena o un […]

TEHUELCHE ONAS E GUARANI

Dall’affascinante Buenos Aires partiamo per un viaggio dall’incredibile bellezza naturalistica che si snoda tra la Patagonia che nella sua cornice andina nasconde immensi ghiacciai e laghi color turchese. Superato lo stretto di Magellano si prosegue per la Terra del Fuoco fino alla “fine del Mondo”, immersa in oltre 200 chilometri di boschi, segnata dalle ultime pendici […]