Silver Cloud Expedition: arte e fauna della Regione Artica


Descrizione.

Dopo un completo restyiling, Silver Cloud diventerà la più spaziosa e confortevole nave da crociera in mari ghiacciati. Le sue spaziose suite, le sue destinazioni e il suo servizio senza pari la rendono veramente unica nel suo genere. Cinque opzioni ristorative, tra cui il ristorante Relais&Châteaux, stuzzicheranno il vostro palato e, poiché l’ottanta per cento delle suite include una veranda privata, contemplare una balena o un branco di pinguini saltellanti non sarà mai stato così intimo e personale.
Ampi ed estesi ponti con numerosi open-space e una piscina completano quella che è sicuramente la nave da spedizione più distinta al giorno d’oggi.
Un numero limitato di ospiti consente a Silver Cloud Expedition di offrire il miglior rapporto passeggero-spazio ed equipaggio-passeggero nella categoria delle navi da crociera Expedition. Con una flotta di 18 Zodiac poi, le possibilità di esplorazione sono praticamente illimitate e nessuna meta è irraggiungibile. E infine, un team di 19 esperti appassionati e dedicati, sempre a disposizione per assicurarsi che il vostro viaggio migliori ad ogni tappa.
 

 

Itinerario di Viaggio.

Imbarco sulla Silver Cloud e presentazione del Team Expedition, che vi accompagnerà per tutto il viaggio. In seguito avranno luogo un breve briefing sui gommoni Zodiac e un corso sulle norme ambientali in vigore nell’ecosistema Artico, che è fondamentale rispettare per mantenere incontaminato.

Durante la mattina la Silver Cloud proseguirà verso la costa est dell’Isola di Disko. L’esplorazione della baia di Disko inizia a nord dal villaggio di Qerqertarsuaq che in Islandese significa “isola grande”, il nome locale di Disko, che è la seconda isola più grande della Groenlandia con un’area di oltre 3,300 metri quadrati. Sara possibile effettuare escursioni nella tundra e un tour in Zodiac della costa e degli iceberg che si staccano dal ghiacciaio di Jakobshavn.

In prima mattinata vedremo il ghiacciaio più attivo dell’emisfero nord, Jakobshavn. Noto come sito di formazione degli iceberg, il ghiacciaio produce milioni di tonnellate di ghiaccio ogni giorno, di conseguenza la sua entrata è spesso circondata da iceberg di ogni forma e dimensione, di diverse sfumature di bianco e turchese. La città di Ilulissat è conosciuta per i suoi lunghi periodi di clima mite. Mentre siamo qui, avremo l’occasione di assistere a dimostrazioni di metodi di pesca antichi e di assaggiare del pesce locale appena pescato. Durante il tour guidato a piedi visiteremo il museo di storia locale, casa del famoso esploratore artico Knud Rasmussen. A sud della città si trovano diversi sentieri che conducono al ghiacciaio, uno dei quali è una passerella. Nel pomeriggio proseguiremo su un peschereccio tra gli Iceberg all’entrata del ghiacciaio.In alternativa gli ospiti avranno l’opportunità di acquistare un’escursione non inclusa in elicottero, per vedere il meraviglioso ghiacciaio dall’alto.

Sito a nord del Circolo Polare Artico, Sisimiut e la città più settentrionale della Groenlandia e la seconda più grande. Qui, grazie all’influsso delle correnti, il porto è libero dai ghiacci. A Sisimiut il principale mezzo di trasporto è da secoli la slitta. Infatti, i cani da slitta Groenlandesi sono stati allevati per essere tra i cani da lavoro più resistenti al mondo e se ne possono trovare molti esemplari nei dintorni. Per circa 4500 anni, la città è stata un crocevia di popoli dei quali sono ancora visibili le rovine di antichi insediamenti. Il museo di Sisimiut esibisce una parte della sua collezione nella più antica chiesa della Groenlandia. Per chi è interessato a degustare piatti locali, il museo preparerà Zuppa groenlandese, gamberetti e pesce secco.Un altro veicolo iconico del paese è il Gajag (kayak) che può ancora essere visto, nonostante la maggior parte dei cacciatori e pescatori oggi usino imbarcazioni più moderne. Se saremo fortunati, assisteremo a una dimostrazione di Gajag al porto.

Stamattina raggiungeremo la prima città (1728) della Groenlandia e la sua capitale, Nuuk. Faremo una piacevole passeggiata in questo porto pittoresco, ammirando rovine Inuit, la casa di Hans Egede, il parlamento e la Cattedrale del Salvatore. Al Museo Nazionale della Groenlandia avremo l’opportunità di vedere attrezzi di caccia, arte e vestiti tradizionali e le mummie Qilakitsoq.

Oltre alle numerose opportunità di svago e relax offerte a bordo e alla possibilità di cercare mammiferi e uccelli marini dai ponti, si terranno interessanti presentazioni sui prossimi porti di sbarco.

Il viaggio in Canada comincia a Iqaluit, città situata alla punta della baia di Frobisher, un’insenatura lunghissima del nord atlantico che si estende verso Baffin Island. Iqaluit è la capitale del recente territorio Nunavut-Inuktitut ( “la nostra terra”), la provincia meno popolata del Canada, sebbene la più vasta, ricca di cultura e fascino.Dopo aver sbrigato le formalità riguardanti l’immigrazione, sbarcheremo per esplorare i confini del “vero nord” del Canada. A seconda delle correnti attraccheremo a un molo o a una spiaggia.I nostri esperti e le guide locali ci mostreranno Il museo di Nunatta Sunakkutaangit e l’edificio dell’Assemblea Legislativa di Nunavut, entrambi dotati di una ricca collezione di arte Inuit. Visiteremo anche il parco di Silvia Grinnell a ovest, per fare trekking ed escursioni.

Così chiamata in onore della vedova di Sir John Franklin e totalmente disabitata, L’isola di Lady Franklin si trova a 40km dalla penisola di Baffin ricca di orsi, papere, foche e trichechi. A largo della sua costa nord ci sono almeno sette altre isole più piccole, senza nome, che si prestano alla perfezione a un’esplorazione in Zodiac.

Questa mattina si terrà un’interessante conferenza sull’arte Nordica e sul perché gli Inuit abbiano iniziato a fare arte. La Silver Cloud attraccherà a Kimmirut, una volta una postazione commerciale dell’Hudson's Bay Company e della Royal Canadian Mounted Police.Il terreno di Kimmirut è tra i più antichi della terra, situato su una varietà di formazioni rocciose metamorfiche. Lo stesso nome del villaggio si deve a una prominente formazione di roccia. Visiteremo il villaggio per ammirare l’artigianato e l’arte locale, basati sulle risorse disponibili e sugli stili regionali. Il tipo di arte predominante è l’incisione della roccia, ma si trovano anche incisioni su osso e avorio di tricheco. Ultimamente ha acquisito importanza la creazione di gioielli con pietre semi-preziose della zona.

Una mattinata in navigazione sarà l’occasione per assistere a una conferenza o un laboratorio mentre ci avviciniamo a Kinnigait.Senza dubbio Cape Dorset è il villaggio di arte Inuit più famoso nel Canada settentrionale. Incontreremo gli incisori della regione e sarà possibile acquistare souvenir locali. Attraversando ala baia con gli Zodiac, potremo esplorare il Mallikjuae Territorial Park, dove I resti di residenze invernali di centinaia di anni fa sono ancora visibili. La guida locale ci spiegherà gli aspetti della vita quotidiana dei suoi antenati.

Oggi sosteremo nella spettacolare baia di Wakeham e nel villaggio di Kangiqsuiuaq. In linea con la nostra ricerca di arte, vedremo come i locali interpretano i petroglifi Dorset a sud del villaggio. Potremmo anche compiere spedizioni nella tundra.

Oggi esploreremo i dintorni della remota isola di Akpatok, all’estremo nord della penisola di Labrador, fatta di promontori ripidi e scoscesi che si ergono dalle acque ghiacciate. Incorniciata dalla neve e dal mare ghiacciato nei mesi invernali, quest’isola disabitata richiama enormi quantità di animali selvatici, in particolare è il più grande sito di nidificazione dell’uria iomvia (Akpatok in Inuktitut), per un totale di più di un milione di esemplari. Questi volatili migrano sui promontori dell’isola tra Giugno e Settembre e incubano il loro unico uovo a forma di pera sulle sporgenze della scogliera. I gabbiani glauchi pattugliano la zona alla ricerca di pulcini e uova incustodite, mentre l’uria nera sguazza nel mare circostante. L’isola Akpatok è anche tra le dimore preferite dell’orso polare per attendere la formazione del ghiaccio invernale.

Proseguendo verso sud da Akpatok costeggeremo il Parco Nazionale delle Montagne di Torngat, sul lato est di Labrador, conosciute anche come “le montagne rocciose orientali”. Alla baia di Sagle, Il parco ha creato un campo base non solo per visitatori, ma anche per ranger e inuit. Il parco ricopre un’area di 9.700 km² e comprende resti di diversi circhi glaciali e il meraviglioso fiordo di Saglek. Il nome del parco si deve a Torngarsoak, una divinità Inuit dalle sembianze di un gigantesco orso polare che controllava la vita degli animali marini. Il popolo Inuit possiede ancora un forte legame con questa “Dimora degli Spiriti”.Gli orsi polari sono soliti cacciare foche in questo parco. Branchi di renne delle Torngat migrano per raggiungere i loro luoghi di riproduzione, mentre gli Inuit usano queste terre per la caccia e la pesca durante tutto l’anno. A settembre molti gruppi di animali compiranno le loro migrazioni e le volpi artiche saranno in cerca di lemming e arvicole. Morette arlecchino, falchi pellegrini, quattrocchi d’Islanda e gufi di palude dimorano qui. Infine, balenottere rostrate si fermano nelle baie, mentre megattere e balenottere comuni preferiscono stare a largo.Se riceveremo il permesso di farlo, visiteremo anche Hebron, un antico insediamento moravo, dichiarato sito storico nazionale. Nel pomeriggio andremo alla ricerca di cetacei, seguendo la costa.

Twillingate si è autoproclamata “capitale degli iceberg del mondo” anche se in questo periodo dell’anno è molto improbabile vederne qualcuno. Una volta sbarcati, un bus locale ci porterà al “Prime Berth Museum”, dove sarà fornito approfondimento sui gloriosi “giorni del pesce sotto sale”. L’itinerario prosegue verso numerosi edifici storici situati sulla costa e al museo, prima casa di un prete anglicano, di fianco alla chiesa. Tutti gli oggetti in mostra sono datati dal 1900 al 1920, tra cui una bicicletta gigante. Dopodiché al faro di Long Point potremo ammirare la baia di Notre Dame e le isole più a largo. Nel pomeriggio il nostro fotografo di bordo presenterà il dvd del viaggio.

Dopo colazione, sbarco dalla Silver Cloud.1. Illulisat, Groenlandia; 2. Trichechi sull’isola di Lady Franklin, Canada; 3. Kimmirut, Canada.



Quota di partecipazione.

16 GIORNI / 15 NOTTI
A partire da:

10050 €

 

Chiedi Informazioni

 


Prossime partenze.

Partenze in fase di definizione.

Note e informazioni.

Prezzi quotati in euro, pertanto non soggetti ad adeguamento valutario.

 

La quota base comprende:

                    Sistemazione in cabina Vista Suite;

                    Formula All-Inclusive: bevande e cibo in suite ed in tutti i locali della nave;              

                    Trasporto dal porto di attracco alla città nei porti principali;

                    Servizio in camera 24 ore;

                    Servizio maggiordomo;

                    Wi-fi su tutta la nave;

                    Occasioni di intrattenimento e di arricchimento;

                    Mance.

                    Conferenze a bordo pertinenti il viaggio a cura di un Team di esperti altamente qualificato;

                    Tutti i tour, le escursioni  e le attività di gruppo;

                    Uno zaino, una borraccia in acciaio ed un parka per i viaggi in mete artiche.

 

La quota non comprende:

                    Volo dall’Italia per la città d’imbarco e viceversa;

                    Notti supplementari;

                    Trasferimenti da/per l’aeroporto.

 

 

 

 

You may also like

Silver Cloud Expedition: panorami, suoni e sapori del Sud America

Dopo una completa ristrutturazione, Silver Cloud diventerà la più spaziosa e confortevole nave da crociera in mari ghiacciati. Le sue spaziose suite, le sue destinazioni e il suo servizio senza pari la rendono veramente unica nel suo genere. Cinque opzioni ristorative, tra cui il ristorante Relais&Châteaux, stuzzicheranno il vostro palato e, poiché l’ottanta per cento […]

Silver Cloud Expedition: da Londra a Dublino

Dopo una completa ristrutturazione, Silver Cloud è diventata la più spaziosa e confortevole nave da crociera in mari ghiacciati. Le sue spaziose suite, le sue destinazioni e il suo servizio senza pari la rendono veramente unica nel suo genere. Cinque opzioni ristorative, tra cui il ristorante Relais&Châteaux, stuzzicheranno il vostro palato e, poiché l’ottanta per cento […]

Silver Cloud Expedition: da Edimburgo alle Svalbard

Dopo un completo restyiling, Silver Cloud diventerà la più spaziosa e confortevole nave da crociera in mari ghiacciati. Le sue spaziose suite, le sue destinazioni e il suo servizio senza pari la rendono veramente unica nel suo genere. Cinque opzioni ristorative, tra cui il ristorante Relais&Châteaux, stuzzicheranno il vostro palato e, poiché l’ottanta per cento […]