PAESAGGI D’ISLANDA IN AUTO


Descrizione.

Itinerario individuale in auto o fuoristrada alla scoperta dell’Islanda.
Partenze giornaliere dal 01 luglio al 15 agosto escluso il sabato
Sistemazioni in hotel categoria Economy e Comfort.
Non è possibile cambiare tipologia di hotel o aggiungere notti extra durante l’itinerario.

Il tour con auto a noleggio consente in 8 giorni di visitare tutte le principali attrazioni d’Islanda lungo la Ring Road. Tra i punti salienti vi sono l’area geotermale di Geysir, con sorgenti di acqua calda e ribollenti pozze di fango; la spettacolare laguna glaciale di Jokulsarlon, punteggiata da iceberg galleggianti, scelta da Lonely Planet come il luogo migliore da visitare in Europa; ed infine Akureyri, la capitale del nord.
Una settimana intensa lungo la strada che percorre il periplo dell’isola e permette di visitare alcune tra le località più scenografiche dell’Islanda. 
 

 

Itinerario di Viaggio.

Arrivo all'aeroporto internazionale di Keflavik e ritiro della vettura a noleggio. Partenza in direzione sud verso la Laguna Blu per un rilassante bagno nelle sue calde acque termali (la Laguna Blu deve essere prenotata in anticipo, saremo felici di aiutarti con la prenotazione di un orario di ingresso) o alla scoperta della penisola di Reykjanes.La penisola di Reykjanes, recentemente riconosciuta dall'UNESCO come Geoparco di rilevanza internazionale, ha oltre 50 interessanti caratteristiche geologiche che è possibile esplorare. Chi ama la storia potrebbe voler visitare la mostra del Mondo dei Vichinghi, che include la famosa replica della barca Isliningur Viking che ha navigato tra l'Islanda e il Nord America nel 2000.Pernottamento nell’area di Grindavik.

Partenza verso l’area del Parco Nazionale di Thingvellir, dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO e che ospita il lago più grande d'Islanda. Il luogo ha anche una forte rilevanza storica, lungo le rive del lago infatti, gli antichi abitanti dell’isola solevano riunirsi nel famoso “Althing“ - la più antica forma parlamentare al mondo - per legiferare e risolvere diatribe. Proseguendo attraverso le verdeggianti pianure giungerete presso Geysir: un’area geotermica che ha dato il nome al fenomeno dei geyser, ricca di multicolori pozze di fango ed acque ribollenti. Qui potrete osservare lo spettacolare geyser Strokkur che erutta regolarmente ogni circa 4-8 minuti. Successivamente è d’obbligo una visita alle tuonanti cascate di Gullfoss, le “cascate d’oro”: nelle giornate di sole, le nuvole di vapore che la circondano si riempiono di decine di arcobaleni, offrendo uno spettacolo ineguagliabile di colore e movimento. L’itinerario prosegue quindi lungo la costa meridionale, dove si incontrano le cascate di Skogafoss e Seljalandsfoss dove suggeriamo di sostare. Si giunge infine l’area di Vik caratterizzata da lunghe spiagge di sabbia nera, faraglioni e scogliere che incombono sul mare edil ghiacciaio del Myrdalsjokull.Pernottamento nell’area di Vik.

Partenza in direzione ovest per giungere a Eldhraun: la più grande massa di lava mai confluita sulla faccia della Terra. Un’altra tappa di particolare interesse è Kirkjubaejarklaustur: un piccolo villaggio di notevole interesse storico: si ritiene che prima ancora della comparsa dei primi insediamenti in Islanda, alcuni monaci irlandesi vivessero qui. Inoltre dal 1186, per circa 400 anni, fino al tempo delle riforme, Kirkjubæjarklaustur è stato sede di un noto monastero di suore benedettine. Proseguendo il viaggio lungo la strada si giunge al cospetto di una delle più spettacolare meraviglie dell’Islanda: l’imponente ghiacciaio Vatnajokull, la più grande cappa di ghiaccio d'Europa per volume e la seconda per estensione. Un panorama mozzafiato farà da cornice a tutta la giornata. Durante il tragitto è imperdibile una sosta presso la laguna glaciale di Jokulsarlon, qui potrete osservare maestosi iceberg che galleggiano sulle acque profonde e densamente popolate della baia. In quest’area è possibile inoltre scorgere alcune foche mentre cacciano, quando la loro testa fa capolino tra le acque, oppure quando si rilassano sdraiate su qualche iceberg. Ultima tappa della giornata sarà l'affascinante città portuale di Hofn, conosciuta anche come la capitale delle aragoste del nord Europa. Pernottamento nella zona di Hornafjordur.

L’itinerario odierno si snoda lungo la costa frastagliata dei fiordi orientali con le loro imponenti montagne e gli incantevoli villaggi di pescatori, tra questi spicca Djupivogur, il luogo ideale per una sosta. Nelle vicinanze del villaggio è facile osservare varie specie di uccelli marini, sempre a Djupivogur potrete osservare "Le uova": una speciale installazione artistica situata al porto che consiste di 34 uova, una per ogni specie di uccello marino che nidifica in zona. Si procede quindi verso Egilsstadir, la cittadina più importante dell’area: secondo una leggenda il lago limitrofo ospita un mostro leggendario che in molti affermano di aver visto. Un percorso che effettua il giro del lago offre numerose ed interessanti tappe quali ad esempio Hengifoss, la seconda cascata più alta in Islanda (126 m). Una sosta merita anche Skriðuklaustur, la casa del poeta Gunnar Gunnarsson, che presenta un'architettura del tutto particolare. Se deciderete poi di continuare attraverso l’altopiano Breiddalsheidi/Oxi, spesso avvolto da una nebbia misteriosa, potrete avvistare, con un pizzico di fortuna, alcune renne che pascolano. Pernottamento nell’area di Egilsstadir.

L’itinerario prosegue attraverso il vasto altopiano desertico di Modrudalsoraefi: rinomato per la loro bellezza spoglia e incontaminata verso la porta nord-orientale del Parco Nazionale di Vatnajokull. Lasciata la strada 1 si imbocca la strada 864 per giungere a Dettifoss, le cascate più imponenti d'Europa, sono alte infatti 44 metri e misurano più di 100 metri in larghezza. Il loro profondo boato e i loro spruzzi si avvertono a molti chilometri di distanza. Proseguendo in direzione nord si arriva al magnifico canyon a forma di ferro di cavallo Asbyrgi. Procedendo quindi lungo la penisola di Tjornes si giunge a Husavik. Questa città, oltre ad essere uno dei porti più importante dell’Islanda, è conosciuta come la capitale islandese per l'avvistamento delle balene. Durante la stagione estiva le partenze numerose imbarcazioni effettuano un tour nell’acque circostanti la baia alla ricerca delle “signore dei mari.Pernottamento nell’area di Husavik/Myvatn.

Prima parte della giornata da dedicare all’esplorazione dell'area del Lago Myvatn, vero paradiso dei birdwatcher. La zona è molto importante dal punto di vista geologico, qui infatti si possono osservare le singolari formazioni vulcaniche di Dimmuborgir, gli pseudo crateri di Skutustadir, le colorate piste sulfuree di Namaskard, oltre all'area vulcanica di Krafla. L’itinerario prosegue poi verso Akureyri, l'affascinante "capitale" dell'Islanda settentrionale, prima però suggeriamo una sosta a Godafoss, che si incontra lungo il percorso, per ammirare la spettacolare “Cascata degli dei”. Tappa successiva è la storica regione di Skagafjordur rinomata per l'allevamento di cavalli, l’unica razza indigena dell’isola, e la storia della Saga vichinga. Suggeriamo una sosta all’antica fattoria di Glaumbaer: un interessantissimo museo flokloristico ed esempio di antica architettura islandese.Pernottamento nell’area di Sauðarkrokur

Partenza verso la baia di Hunafloi, un’area scarsamente popolata ma ricca di fauna. La zona è stata soprannominata "Baia dell'Orso" per i molti orsi groenlandesi che vi sono finiti alla deriva. Il panorama è meno aspro di quello dei Fiordi Occidentali, e le basse e spoglie colline offrono l'ambiente adatto alla riproduzione di cigni selvatici, pernici bianche nordiche, strolaghe e pivieri dorati. Lungo il percorso meritano una sosta: Borgarvirki, una fortezza di basalto colonnare realizzata scavando la roccia esistente di epoca vichinga e la falesia di Hvitserkur dalla forma straordinaria che si protende direttamente dal mare vicino alla penisola di Vatsnes. L’itinerario procede quindi verso Reykjavik attraverso l'altopiano di Holtavorduheidi nella zona di Borgarfjordur. In questa area si possono ammirare le spettacolari e singolare cascate di lava, Hraunfossar.Arrivo nella capitale in serata e sistemazione in hotel.Se si dispone di un veicolo a quattro ruote motrici, un'altra opzione è quella di attraversare la pista montuosa di Kjolur (sentiero di montagna non asfaltato aperto da metà giugno ad agosto) dove si può ammirare l'area geotermica di Hveravellir dalle caratteristiche fumarole e vasche termali

Trasferimento all'aeroporto internazionale di Keflavik e riconsegna dell’auto a noleggio.



Quota di partecipazione.

8 GIORNI / 7 NOTTI
A partire da:

1735 €

 

Chiedi Informazioni

 


Prossime partenze.

Partenze in fase di definizione.

Note e informazioni.

 

Prezzi quotati in euro e pertanto non soggetti all’adeguamento valutario

 

 

La quota base comprende:

 

  • Noleggio auto Hertz, gruppo 2.0 (Toyota Auris o similare), per i giorni indicati nel programma, comprensivo di: ritiro/rilascio presso l'aeroporto di Reykjavik/Keflavik, chilometraggio illimitato, tasse locali, assicurazione CDW e furto (con franchigia), quota seconda guida, navigatore GPS, una mappa e una guida turistica in inglese
  • Sistemazioni in strutture di categoria “Economy” e “Comfort”: un mix di hotel, fattorie e pensioni in camera con servizi privati e prima colazione
  • Tablet con la nuova app Iceland Travel Companion con all’interno: mappe interattive delle strade e itinerario, guida dettagliata dell’Islanda in italiano in formato pdf

 

La quota non comprende:

 

  • Voli da/per l’Italia e tasse aeroportuali (quotati separatamente**)
  • I pasti non indicati
  • Tutte le escursioni
  • Auto di categoria superiore (suppl. su richiesta)
  • La benzina
  • Eventuali assicurazioni supplementari
  • Bevande, extra personali in genere e tutto quanto indicato come facoltativo
  • Tutto quanto non indicato nel paragrafo "la quota comprende"

 

** per la biglietteria aerea emessa separatamente valgono le regole/penali di annullamento applicate dalla compagnia aerea sulla base della tariffa quotata.

 

 

 

You may also like

SPITSBERGEN, NEL REGNO DELL’ORSO POLARE (4 notti in crociera)

Partenze tutti i GIOVEDI’ dal 24 maggio al 06 settembre 201821 giugno, 26 luglio e 06 settembre assistenza in italiano a bordo Imponenti ghiacciai, sconfinati altopiani innevati, montagne ripide ed inaccessibili, orsi polari, volpi artiche, foche e trichechi: alle isole Svalbard l’uomo sembra essere un estraneo che quasi disturba l’ambiente naturale vasto e incontaminato. In […]

MOSCA E SAN PIETROBURGO

“Mosca o San Pietroburgo?Se l’immensa Russia è un mistero è proprio visitando queste due città, simbolo della duplice natura del Paese, che si potrà dissipare un poco delle nebbie che avvolgono la Grande Nazione senz’altro europea ma indubbiamente altrettanto orientale. Ci volle la follia visionaria e tirannica di Pietro il Grande, appassionato di viaggi da […]

TOUR SPLENDORE DEI FIORDI

Un tour classico che offre la possibilità di vedere due dei più spettacolari fiordi del Paese: il Sognefjord, il cui braccio più stretto e famoso, il Nærøyfjorden è stato inserito nella lista dei siti patrimonio mondiale dell’UNESCO. Il fiordo inoltre è stato anche messo al primo posto tra i patrimoni naturali mondiali dal National Geographic […]