LA BELLEZZA INCONTAMINATA DI GROENLANDIA, TERRANOVA E LABRADOR


Descrizione.

Il viaggio ha inizio dalla Groenlandia dove l’assoluta protagonista è indubbiamente la natura, nelle sue forme più estreme e spettacolari: sterminati ghiacciai che producono iceberg di ogni forma e dimensione, vasti sistemi di fiordi, una ricca fauna marina e terrestre, lo spettacolo del sole di mezzanotte.
Prosegue quindi verso le coste Orientali del Canada nella regione del Labrador: un’area selvaggia e incontaminata caratterizzata da imponenti montagne, enormi pareti rocciose e un susseguirsi infinito di laghi e fiumi senza tralasciare balene e iceberg. E ancora l’isola di Terranova che i locali chiamano “La roccia” per la sua posizione nel mezzo dell’Oceano Atlantico le cui acque lambiscono la costa e rocce e paludi definiscono il paesaggio. Una regione che affascina abitata da una popolazione affascinante.
Vivrete un’esperienza e potrete osservare scenari che resteranno impressi nella vostra mente e “porterete” a casa con voi al termine del viaggio. 

La crociera Hurtigruten si svolge a bordo di MS Fram. La nave, varata nel 2007 da Fincantieri a Monfalcone, combina lo “stato dell’arte” dell’ingegneria navale con un design moderno ispirato alla tradizione del Postale dei Fiordi, un elevato comfort e calde atmosfere che rievocano la storia della navigazione norvegese.
MS Fram ha introdotto un nuovo concetto di crociera esplorativa all’insegna del comfort: 136 cabine, grandi saloni panoramici, arredi in stile nordico, pregiate decorazioni con ampio utilizzo di teak e materiali naturali, insieme ad opere
di artisti Groenlandesi e Scandinavi. 

  

 

Itinerario di Viaggio.

Nel pomeriggio partenza da Copenhagen per Kangerlussuaq (Sondre Stromfjord) con volo speciale diretto (durata del volo 4 ore circa). Arrivo in Groenlandia incontro con gli assistenti locali e trasferimento al porto per l'imbarco su MS Fram. Kangqerlussuaq non dispone di una banchina sufficientemente grande per poter attraccare la nave, pertanto l’imbarco avverrà attraverso piccole imbarcazioni. Sistemazione nella cabina riservata e meeting informativo dedicato alle norme di sicurezza. La navigazione inizia nel profondo fiordo di Kangerlussuaq per poi far rotta in direzione nord. Cena e pernottamento a bordo.

Prima di mezzogiorno si raggiunge Maniitsoq, un insediamento di circa 26.00 abitanti, posto all’imbocco di un’area ricca di fiordi. La cittadina è soprannominata la “Venezia della Groenlandia”: a causa del terreno accidentato, i numerosi, canali, crepacci ed insenature che la circondano sono stati costruiti tanti piccoli ponti che ricorda la città italiana.

Proseguendo verso sud, si può ammirare il meraviglioso scenario naturale che racchiude l’anima dell’Isola. La nave giunge quindi a Paamiut, un’area abitata già dal 1500 A.C.: il villaggio fu fondato nel 1742 e prosperò grazie al commercio di prodotti derivanti dalla caccia e pesca alle balene. La zona è poco frequentata dal turismo anche se di grande interesse naturalistico: al largo della costa non è raro imbattersi nelle megattere o avvistare l’acqui di mare coda bianca. Questo imponente uccello trova la sua casa qui; un detto popolare narra che la fortuna busserà alla porta di chiunque riesca ad avvistare questa regina dei cieli.

Igaliku, fondata dal commerciante Anders Olsen nel 1783, è uno dei più bei villaggi della Groenlandia e oggi ospita 55 persone. Qui si trovano le rovine di Gardar, il centro religioso della Groenlandia normanna.In serata, se il tempo lo consente, è previsto l’attracco a Hvalsey che custodisce alcuni resti normanni meglio conservati dell’Isola.

Qassiarsuk è il luogo dove Erik il Rosso si rifugiò dopo essere stato cacciato dall’Islanda; quando giunse in quest’area nel 982 la ritenne la più adatta e la migliore della Groenlandia e decise quindi di stabilirsi qui. Ancora oggi si può osservare la ricostruzione della fattoria che realizzò insieme alla sua famiglia. Oltre Qassiarsuk offre spettacolari scenari quali: prati verdi punteggiati da pecore bianche, vegetazione lussureggiante e fattorie operose – un variopinto contrasto con gli scenari ghiacciati del mare aperto.

Si lascia Groenlandia per navigare in mare aperto verso il Mare di Labrador, il braccio di Oceano Atlantico del Nord posto tra la Groenlandia e la penisola di Labrador.Nell’arco della giornata il personale di bordo terrà delle conferenze legate alla storia di questa area.

Tre fantastici giorni dedicati all’esplorazione della costa incontaminata e delle sue comunità isolate.Durante queste giornate si tenterà l’approdo in queste località:Nain, una comunità Inuit che custodisce gelosamente le tradizioni di questo popolo fiero e indomito. Un’area molto importante dal punto di vista geologico e dalla storia antica.Hopedale, originariamente conosciuta con il suo nome Inuit, Arvetok, che significa “il luogo delle balene”. Rigolet, un remoto insediamento Inuit con circa 300 abitanti, fondato nel 1735 dal commerciante franco-canadese Luois Fornel. La comunità non è raggiungibile via terra in quanto non esistono strade. Vi si giunge tutto l’anno attraverso il mare e durante l’inverno in motostlitta. Le acque che lambiscono le sue coste sono molto ricche e quindi è molto facile avvistare balenottere minori e megattere.

Situata sulla riva del Mare del Labrador, Battle Harbour è un vero paradiso per gli amanti della natura. Battle Harbor, in lingua Inuit Putlavak è ora una stazione di pesca estiva, mentre in passato è stato un importante centro economico e sociale della costa sud-orientale del Labrador. HYPERLINK "https://translate.googleusercontent.com/translate_c?depth=1&hl=it&prev=search&rurl=translate.google.it&sl=en&sp=nmt4&u=https://en.wikipedia.org/wiki/Mercantile&usg=ALkJrhj5skKaTrCMcUFT9BUD4ZqmqJcn6g" \o "Mercantile" Mercantile HYPERLINK "https://translate.googleusercontent.com/translate_c?depth=1&hl=it&prev=search&rurl=translate.google.it&sl=en&sp=nmt4&u=https://en.wikipedia.org/wiki/Saltfish&usg=ALkJrhjtpu2Bm06TAkCLmSSb-4gy8cmayA" \o "Pesce salato" saltfish premises first established there in the 1770s developed into a thriving community that was known as the Capital of Labrador . Le prime industrie di lavorazione del pesce risalgono al 1770, le attività erano talmente fiorenti che permisero a Battle Harbor di venire riconosciuta come la capitale del Labrador. It fell into decline following reductions in the cod fishery and a major fire in 1930, and was abandoned as a permanent settlement following government resettlement activity in the 1960s.The Battle Harbour Historic Trust was given the fishing premises and other properties on the island, which it has preserved and operates as a museum. Presso il Battle Harbor Historic Trust sono conservati alcuni reperti che forniscono indicazioni di come si viveva in quell’epoca. Lo storico villaggio dopo un intenso lavoro di ricostruzione è stato dichiarato Sito Storico Nazionale del Canada.

In data odierna si giunge a St. Antony, sull’isola di Terranova, un perfetto porto naturale con una popolazione di 2.500 abitanti. L’insediamento risalente al 16° secolo, è stato a lungo un porto di approdo sicuro per le navi che solcavano questi mari oltre ad una zona strategica per la pesca. St. Antony oggi è il centro principale dell’isola ed è nota soprattutto per il creò il primo servizio di assistenza medica. Il servizio crebbe velocemente fino ad arrivare a servire l’intera regione settentrionale di Terranova e del Labrador.

Red Bay rappresenta il classico “avanposto” della costa Atlantica del Canada, con una popolazione locale di poco meno di 200 persone. Il villaggio di pescatori e antica stazione baleniera è stato fondato dai baschi nel 16° secolo. L'importanza storica del luogo e la presenza di un ricco patrimonio archeologico sottomarino sono valsi al sito l'iscrizione alla lista UNESCO dei siti Patrimonio dell’Umanità nel 2013.

La scenografica Bonne Bay racchiude le più belle baie, montagne e fiordi della costa occidentale di Terranova. La baia divide in due il famoso Parco Nazionale Gros Morne: una combinazione di aree protette e villaggi costieri dalla ricca tradizione culturale legata alla pesca e all’ospitalità.Il parco “custodisce” le Tablelands: un altopiano sito tra le cittadine di Trout River e Woody Point,che ricorda più un arido deserto che il tipico paesaggio di Terranova. Questo è dovuto alle peridotiti, le rocce ultrafemiche che formano l'altopiano: si ritiene infatti che esso si sia formato nel mantello terrestre e che sia poi stato spinto in superficie durante uno scontro fra zolle alcune centinaia di milioni di anni fa. Grazie a questa rarità geologica che per i suoi eccezionali scenari il Gros Morne è stato inserito nel 1987 nell’elenco di Patrimoni dell’Umanità UNESCO.

Dopo aver lasciato Bonne Bay, facciamo rotta verso l’ampio Golfo di San Lorenzo: un immenso specchio d’acqua alla foce del fiume San Lorenzo. Il fiume lambisce le spiagge di metà delle province del Canada e assomiglia più ad un mare interno che ad un fiume. Il golfo di San Lorenzo comunica con l'Oceano Atlantico a nord tramite lo stretto di Belle Isle, a est tramite lo stretto di Caboto e a sud tramite lo stretto di Canso. La navigazione in questa area nei mesi invernali è particolarmente difficile a causa dei ghiacci e delle nebbie. Il golfo ha rappresentato un importante fonte di sostentamento per le popolazioni indigene nomadi che durante la stagione estiva effettuavano numerose battute di pesca. Ancora oggi il fiume San Lorenzo ed il golfo rappresentano un importante corridoio per il trasporto delle merci verso il cuore del Nord America.

Di prima mattina è previsto l’arrivo a St. Pierre e Miquelon, un’enclave francese nel Nord America con un governo autonomo: un gruppo di otto piccole isole montuose di cui Miquelon è la più estesa. L’area è stata popolata nel 1600 dai Baschi e dai Normanni che qui trovarono una incredibile e ricca area di pesca. Tuttavia anche se queste popolazioni furono le prime a colonizzare le isole è la cultura francese che domina oggi. Anche se lontana dalla Francia a St. Pierre si respira la tipica area parigina grazie ai numerosi bistro e alle caffetterie che espongono formaggi, le tipiche baguette, vino e molto altro ancora.La principale fonte di sostentamento è legata al turismo, l’arcipelago attrae infatti birdwatcher da tutto il mondo. La piccola isola di Grand Colombier, con le sue scogliere a picco sul mare, gli affioramenti rocciosi e i dolci pendii è un importante zona di riproduzione per circa 100.00 coppie di Oceanodroma leucorhoa: l'uccello delle tempeste codaforcuta

Navigando lungo le rive orientali della Nuova Scozia, ci dirigiamo verso l’Isola di Capo Bretone e il porto di Louisbourg. L’isola è stata una colonia autonoma fino al 1820 e ha forti legami storici con la Scozia, la Francia e la popolazione indigena Mi’Kmaq.Tenteremo di raggiungere la spiaggia nord-orientale di Capo Bretone intorno a mezzogiorno per poter osservare l’imponente fortezza di Louisbourg: la ricostruzione di una città fortificata risalente aprimi anni del 18° secolo. Oggi la fortezza è un Sito Storico Nazionale, in origine fu concepita per essere una “Nuova Parigi, quindi non solo un sito militare ma anche un importante centro amministrativo, commerciale e culturale francese nel Nuovo Mondo.All’ingresso del lato nord del porto di Louisbourg si erge il faro, il primo costruito in Canada (1734) e il secondo di tutto il Nord America. Attualmente gli abitanti della piccola cittadina si dedicano in massima parte alla pesca o trovano occupazione nelle industrie legata alla lavorazione del pesce oltre al turismo nella stagione estiva.

Ogni grande viaggio di esplorazione prima o poi termina, la nostra crociera si conclude ad Halifax, la capitale della Nuova Scozia. La città ha rappresentato, per i primi europei giunti qui, la porta d’ingresso nel nuovo mondo; anche in seguito il porto di Halifax è stato pronto ad accogliere centinaia di migliaia di immigrati europei. Con i suoi 115.000 abitanti si tratta di una cittadina tranquilla il porto funziona efficacemente e favorisce gli scambi commerciali, e il turismo aumenta progressivamente riempiendo Halifax di vita.Dopo il check-out sbarco.



Quota di partecipazione.

17 GIORNI / 16 NOTTI
A partire da:

7229 €

 

Chiedi Informazioni

 


Prossime partenze.

Partenze in fase di definizione.

Note e informazioni.

Per questo itinerario, a totale rettifica di quanto riportato sopra, le penali di annullamento saranno applicate nella seguente misura:

 

100% a partire dalla data di conferma di prenotazione.

 

 

La quota comprende:

 

  • Passaggio aereo Copenhagen/Kangerlussuaq con volo speciale in classe turistica, incluse tasse aeroportuali
  • Trasferimento dall'aeroporto in Groenlandia all’imbarco
  • Crociera come da programma con sistemazione in cabina interna con servizi
  • trattamento di pensione completa a bordo (bevande escluse)

 

La quota non comprende:

  • Voli di linea Italia/Copenhage – Halifax/Italia + tasse aeroportuali (quotati separatamente)
  • Pernottamenti pre/post crociera a Copenhagen e Halifax
  • Eventuali escursioni facoltative
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce: "la quota comprende"

 

Prezzi quotati in euro e pertanto non soggetti ad adeguamento valutario.

 

 

 

You may also like

Silver Whisper: Venezia – Venezia, Costa Adriatica

 Perfetta fusione di internazionalità e intimità, Silver Whisper regala ai suoi ospiti i vantaggi delle piccole imbarcazioni e al tempo stesso i servizi all inclusive e altamente specializzati che contraddistinguono la fama della compagnia.Leggermente più grande di Silver Cloud e Silver Wind, Silver Whisper conserva intatto l’inconfondibile stile Silversea.Il Comfort di un grande resort. Le […]

SAFARI IN MOTOSLITTA NEL CUORE DELLA LAPPONIA

Immense distese bianche, foreste, laghi e corsi d’acqua ghiacciati.Il silenzio dell’inverno rotto solo dal rumore delle motoslitte. E poi, lo spettacolo delle “Luci Danzanti”: le Aurore Boreali, che colorano il cielo Artico.Il programma si svolge nella straordinaria cornice della zona più a nord della Lapponia Finlandese. L’itinerario non richiede precedenti esperienze in motoslitta tuttavia, in […]

Silver Whisper: dal Pireo a Civitavecchia

 Perfetta fusione di internazionalità e intimità, Silver Whisper regala ai suoi ospiti i vantaggi delle piccole imbarcazioni e al tempo stesso i servizi all inclusive e altamente specializzati che contraddistinguono la fama della compagnia.Leggermente più grande di Silver Cloud e Silver Wind, Silver Whisper conserva intatto l’inconfondibile stile Silversea.Il Comfort di un grande resort. Le […]